Home » Sciaffeggiarle le curve 4 by Alex Anders
Sciaffeggiarle le curve 4 Alex Anders

Sciaffeggiarle le curve 4

Alex Anders

Published January 30th 2014
ISBN :
ebook
Enter the sum

 About the Book 

‘SCHIAFFEGGIARLE LE CURVE 4’ è l’ultima pubblicazione dell’autore internazionale di bestseller Alex Anders pensato per chi ama racconti brevi in cui donne in carne non solo trovano uomini bellissimi, ma ottengono anche una sana dose di sculacciate.LaMore‘SCHIAFFEGGIARLE LE CURVE 4’ è l’ultima pubblicazione dell’autore internazionale di bestseller Alex Anders pensato per chi ama racconti brevi in cui donne in carne non solo trovano uomini bellissimi, ma ottengono anche una sana dose di sculacciate.La bella e un po’ in sovrappeso Theresa McGovern e un’impiegata di successo presso la grande azienda dove lavora, nessuno si accorge di lei tranne una persona- fortunatamente questa persona è il milionario ingaggiato per trovare il prossimo Amministratore delegato della società. Chiamata nel suo ufficio, lei fa un patto con l’uomo – fare qualsiasi cosa lui ordini per trasformarla nella persona che guiderà la compagnia. Qual è il segreto? I suoi metodi. Prevedono lei china sulle gambe dell’uomo e la mano di lui giù forte.*Attenzione: questo racconto contiene descrizioni di situazioni erotiche e sessuali esplicite, scritte con lintento di portare alleccitazione genitale e al piacere personale. Solo per lettori adulti.In carne, romanzo, bdsm, sculacciate, spanking, sottomissione femminile, disciplina, BBW, curveEstratto:“Mi aspetto da lei una performance migliore, Signorina McGovern.” Disse lui con tono severo“Chiuda la porta” disse l’uomo alzandosiIl manager non indossava né cravatta né giacca era perfettamente vestito per un’attività di ufficio.Sì, signore” disse Theresa chiudendo la porta.“Non ha neanche aperto bocca,” disse il Signor Cortez, slacciando i bottoni ai polsi “Se ne stava da parte e non ha detto una parola. Perché è venuta se non intenzione di partecipare?”“Io..io era molto nervosa” spiegò la donna, riconoscendo che era una scusa patetica, lui iniziò a tirarsi su le maniche della camicia. “Nessuno mi avrebbe comunque ascoltata.”“E’ quello che pensa?” si mise le mani sui fianchi scuotendo la testa. “Si sbaglia, Signorina McGovern. Deve partecipare, deve parlare e dire la sua.” “Si sbaglia, Signorina McGovern. Deve partecipare, deve parlare e dire la sua.” Girò la sedia verso di lei e si mise seduto. “Ora dovrò punirla.”“Capisco, cosa devo fare?”Lui fece un gesto e disse: “Venga qui e si inginocchi”Sorpresa Theresa esitante disse: “Cosa?”“Venga qui e si inginocchi”, ripeté il manager con aria severa “Si metta sulle mie gambe a pancia in giù. Ora.”